Fuoririgo suona cosìUna pentola in
continua
ebollizione

BRAND VALUE E POSIZIONAMENTO

Piaccia o non piaccia, oggi, il sistema più in voga di valutazione di un’impresa è dato dal metodo dei moltiplicatori.

Ossia si assume che un’impresa valga quanto il suo MOL (Margine Operativo Lordo o EBITDA all’anglosassone) moltiplicato per un parametro (il moltiplicatore) che è funzione del Posizionamento Strategico dell’azienda (dimensione, posizione competitiva, segmento di appartenenza, Paese etc.)
Enterprise Value = M x MOL

Conseguentemente il Valore del suo Equity (ossia il valore di pertinenza dei soci) sarà dato da:

Equity Value = V -Debito = M*MOL – Debito

Ecco allora che il valore dell’Equity non corrisponde più al valore delle Attività al netto dei debiti (Valore di liquidazione) ma è invece funzione di tre parametri.

Di questi uno riguarda il passato (il MOL), l’altro il presente (il Debito) e il terzo il futuro (il moltiplicatore).

Il moltiplicatore infatti riassume in se il calcolo della probabilità che i risultati del passato si ripetano e dall’altro le attese di crescita del mercato in cui l’azienda opera.

Infatti, il moltiplicatore, viene calcolato come

M = (1+g) / (r + p – g)

ove g è il tasso di crescita di lungo periodo atteso, r è il così detto tasso risk free che misura in qualche modo la rischiosità del sistema economico del Paese in cui l’azienda opera, tipicamente il tasso di interesse dei bond decennali, (il che significa che la STESSA azienda in questo momento vale molto di più se è in Germania o piuttosto che in Italia o Spagna!!!) e p è il così detto premium risk che misura in buona sostanza la rischiosità ulteriore rappresentata dalle peculiarità dell’azienda stessa (dimensione, quotata o meno, struttura organizzativa, dipendenza da un numero ristretto di clienti o fornitori etc.)

Appare chiaro che, a debito invariato, per aumentare il valore di un’azienda si possa intervenire sia sul moltiplicatore M che sul margine operativo lordo MOL.

Ecco allora che la scelta del Posizionamento Strategico, e la sua opportuna comunicazione al mercato, possono influenzare pesantemente l’ Equity Value di un’azienda. Riposizionare l’azienda dal settore in cui opera ad un settore affine, ma con moltiplicatore più alto, a parità di MOL aumenta già di per sé il valore aziendale.

In ultima analisi, conoscere il valore oggettivo della propria azienda, e operare al fine di incrementarlo, diviene un’azione strategica indispensabile e un potente strumento per valutare tutte le scelte dallo sviluppo di una nuova linea di prodotti, all’ingresso in un mercato, alla concessione di sconti in cambio di pagamenti più celeri etc.

Comments (0)

    Add a Comment